, ,

5 Errori da evitare preparando un Buffet

Io e Sergio siamo dei grandi amanti degli aperitivi. Lo sanno bene i nostri amici: a casa nostra nessuna cena che si rispetti inizia senza una certa varietà di stuzzichini, da spiluccare tutti insieme intorno all’isola della cucina, mentre ci si racconta le ultime novità. Ormai ci sono abituati anche i bambini, ma per loro succo d’arancia al posto del Prosecco!

Dall’aperitivo al Buffet, poi, il passo è breve! E proprio il Buffet negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede, in varie occasioni! Come pasto vero e proprio in occasione di feste più informali, soprattutto se all’aperto garantisce una giornata divertentissima; come aperitivo imperiale ad aprire un ricevimento di nozze, tanto imperiale da farci sedere a tavola già sazi, e un tantino brilli; come veloce benvenuto per amici e parenti a casa della sposa, prima della cerimonia, in molte regioni d’Italia e anche qui da noi.

Ma, se nei primi due casi ci si rivolge quasi sempre ad un catering o si lascia fare al ristorante che penserà a tutto il ricevimento, l’aperitivo pre-matrimonio o un veloce buffet di compleanno si preparano spesso in casa: proprio per queste occasioni, vogliamo condividere con voi i nostri 5 NON COMANDAMENTI! Non chissà che regole di galateo, che il web ne è pieno, ma i nostri piccoli trucchi, sicuramente più che semplici, ma che ci hanno evitato negli anni un tot di figuracce…e di figuracce anche siamo parecchio esperti, forse più che di aperitivi!

1 Evitiamo le pietanze colanti!

Perchè le tartine al formaggio sono sicuramente golose, e la fontana di cioccolato tanto tanto scenografica! Ma magari non abbondiamo troppo col gorgonzola, e pensiamo a piattini e stecchini per intingere la frutta nel cioccolato… perchè i maschietti forse no, ma le signorine che aspettavano proprio il vostro matrimonio per sfoggiare un abito da urlo, e se lo macchiano in modo irrimediabile prima ancora della cerimonia, del vostro giorno non ricorderanno altro!

2 Un no deciso a tutto ciò che si incastra tra i denti!

Adoro il pesto alla genovese, davvero, ma magari meglio riservarlo ad un’altra occasione, meno social. Che ad una festa già il rossetto sui denti è un bel rischio, non mettiamoci anche la rucola! Accorgersi a fine serata di avere mezza foglia di insalata tra gli incisivi senza che nessuno dei tuoi amici te l’abbia fatto notare è un incidente diplomatico capace di mettere alla prova rapporti decennali, parlo per esperienza!

3 Vari tipi di bevande, tanta acqua e niente di troppo alcolico!

Non è importante fornire troppe scelte, nemmeno fossimo un discobar, ma cercare di accontentare un pochino tutti! Per i bambini non devono mancare i succhi di frutta, magari bio o preparati in casa per un effetto più ricercato, meglio senza troppo zucchero! Il vino, specialmente se un po’ mosso, è un evergreen e una birra artigianale ghiacciata sarà perfetta per le feste all’aperto. Per gli amici più trendy invece perchè non far preparare un cocktail apposta per l’occasione? Noi adoriamo la sangria d’estate, e il Crodino con Porto tutto l’anno, semplici e sempre graditi. Evitiamo però le bevande troppo alcoliche, col rischio di veder arrivare già in chiesa qualche invitato un po’ brillo! E non dimentichiamo l’acqua: naturale, frizzante e magari aromatizzata…niente disseta di più, soprattutto in estate non basta mai!

4 Meglio non troppe cosine difficili da mangiare!

I finger food sono spesso la scelta migliore: perchè agli aperitivi si ama stare in piedi e chiacchierare senza fine con il compagno di scuola che non si vedeva da dieci anni, e l’atto di rimanere in equilibrio sui tacchi tenendo in mano un piattino, un calice pieno, una forchettina più la pochette sottobraccio è un esercizio di coordinazione di cui si fa volentieri a meno.
Ma per i buffet più importanti è spesso piacevole servire un risotto cotto al momento, o un’insalatina coreografica in ciotoline tutte uguali… scegliamo allora ricette da mangiare con la sola forchetta (tagliare una bistecca senza punto d’appoggio è impossibile quanto starnutire ad occhi aprerti), abbondiamo con piatti forchette e tovaglioli, e pensiamo a qualche posto a sedere sparso qua e là, per riposare i piedi!

5 E mai tutto monotematico!

Tutto mare fa chic, tutto pizza fa festa! Ma tra i vostri invitati ci saranno sicuramente lo zio che non mangia pesce, il cugino vegetariano e il collega che ha appena scoperto di essere intollerante al lattosio! Per non lasciarli completamente digiuni cercate di pensare a vari tipi di portate, che possano essere adatte a tutti! E per non sbagliare abbinate ad ogni piatto un cavalierino, piccolo o grande a seconda delle esigenze, riportante il nome della pietanza e l’indicazione per le intollerenze, dal “vegan” al “gluten free”. Sarà un’attenzione in più verso i vostri ospiti, e vi ruberà davvero pochissimo tempo!

Questi i nostri suggerimenti, magari prima o poi condivideremo con voi anche alcune delle nostre ricette a prova di amico sbadato! E voi, invece? Mai fatto qualche gaffe ad un aperitivo a cui tenevate molto?

 


Condividi